VANITAS

“Vanitas vanitatum et omnia vanitas” recita l’incipit del libro dell’Ecclesiaste. Per gli artisti nordici soprattutto laddove nelle nature morte si celebra la meravigliosa varietà della vita, rappresentando frutti, fiori, tavole imbandite di cibi rari e raffinati, si rammenta a colui che guarda il destino della bellezza insito nella sua estrema fragilità. Nella mia interpretazione del concetto di “vanitas” prediligo le forme geometriche e la parola scritta. Le istallazioni che creo usando il ghiaccio hanno un tempo vitale di qualche ora. La loro storia viene registrata fotograficamente e mediante la realizzazione di un timelapse, che mostra nell’arco di pochi minuti l’evoluzione dell’opera fino alla sua scomparsa.

“Vanitas vanitatum et omnia vanitas” “vanity of vanities, everything is vanity” mention the opening words of the book of Ecclesiastes. For Nordic artists, especially in still lifes the wonderful variety of life is celebrated representing fruits, flowers, tables laden with rare and refined foods, but this reminds to the viewer the destiny of beauty innate in its extreme fragility. In my interpretation of the concept of “vanitas” I use geometric shapes and the written words. The installations I create using ice has a vital time of a few hours.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *