Loci 2

LOCI è una parola latina che allude ai luoghi della memoria. Le tecniche di memorizzazione più conosciute si basano sulla costruzione mentale di un palazzo della memoria le cui stanze, loci, vengono riempiti di oggetti e immagini che consentono, per associazione, il ricordo. Si tratta di una tecnica di memorizzazione molto antica che pare venisse usata da alcuni oratori romani come Marco Tullio Cicerone.
I loci della mia opera sono esili costruzioni in filo di ferro riempite di forme geometriche apparentemente solide ma destinate in realtà a perdere la propria forma.
La memoria individuale e la memoria collettiva vengono rappresentate in tutta la loro fragilità.
La perdita di memoria personale ci condanna all’oblio del nonsenso mentre la perdita di memoria collettiva ci condanna a rivivere gli errori storici commessi dai nostri padri.

LOCI is a Latin word that refers to places of memory. The best known memorization techniques are based on the mental construction of a memory palace whose rooms, loci, are filled with objects and images that allow, by association, memory. It is a very ancient memorization technique that seems to have been used by some Roman oratories such as Marco Tullio Cicerone.
The loci of my work are thin iron wire constructions filled with apparently solid geometric shapes but doomed, in reality to lose their shape.
Individual memory and collective memory are represented in all their fragility.
The loss of personal memory damns us to the oblivion of nonsense while the loss of collective memory damns us to relive the historical errors committed by our fathers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *