home

Paola Calcatelli mostra installazioni, opere su metallo, dipinti e video nei quali la matericità è tangibile, espone l’effimero analizzando sia perdite che aggiunte operate su di esso dal tempo, sia il tentativo virtuale e impossibile, sperimentato dalla tecnologia, di immortalare con le immagini sempre più perfettibili la fisicità oggettuale. L’artista mette in evidenza l’illusorio sforzo della contemporaneità di fermare così l’usura delle cose; questa utopia cela una presenza metafisica che cambia pelle alle precedenti versioni occidentali dell’essere.